Uno spin-off da LHC

LHC è una macchina da record per molti versi, incluso quello di essere l’oggetto macroscopico piú freddo dell’Universo: si trova, infatti, ad appena 1.9 gradi sopra lo zero assoluto (-271 gradi Celsius). È necessario mantenere i 27 km della sua circonferenza a questa temperatura per rendere superconduttore il cavo che porta la corrente necessaria per produrre gli intensi campi magnetici che trattengono i protoni nell’orbita.

Non esiste alcun dispositivo sulla Terra che utilizzi tanto materiale superconduttore (per un totale di un miliardo di km di cavo) come LHC. Solo ora cominciano a comparire i primi spin-off. La Nexans, un’azienda che produce cavi, e il KIT (Karlsruhe Institute of Technology), che hanno prodotto insieme all’Ansaldo di Genova e altre società i cavi di LHC, hanno da poco fatto un accordo con la società elettrica tedesca per dotare le città di superconduttori per il trasporto di energia.

Essen è la prima città della Germania a dotarsi di un superconduttore lungo 1 km a scopi civili. La città utilizzerà un materiale nuovo, capace di diventare superconduttore a una temperatura piú alta: 200 gradi sotto lo zero Celsius (non proprio caldo, ma sempre meglio di 271).

C’è da ritenere che in un prossimo futuro saranno sempre di piú le applicazioni di questi nuovi materiali, che hanno cominciato ad avere prezzi competitivi anche grazie allo sviluppo promosso dalla ricerca in fisica delle particelle.

Advertisements

One thought on “Uno spin-off da LHC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...