Nuove tecnologie per la didattica

L’integrazione di tecnologie diverse può portare a risultati di grande interesse. Il 30 settembre è iniziato il mio corso di Laboratorio di Calcolo per il corso di laurea in Fisica. Gli studenti seguono le mie lezioni, poi, una volta la settimana, vanno in un laboratorio dove si siedono davanti a un computer e risolvono un problema che gli viene proposto scrivendo un programma in C. Nei giorni successivi io guardo quel che hanno fatto e lo commento evidenziando gli errori (quelli più comuni e quelli più subdoli) in modo tale che tutti imparino dagli errori di tutti.

I miei studenti lavorano in un ambiente distribuito nel quale tutto il loro lavoro si ritrova automaticamente su un disco condiviso sulla rete. Io posso, a questo punto, cercare automaticamente tutti i file prodotti dagli studenti che hanno le caratteristiche richieste: i file devono contenere codice C, essere stati creati non più tardi della mattina nella quale è iniziata l’esercitazione e appartenere agli utenti che rappresentano i miei studenti. Questo lavoro di ricerca lo fa un programma che ho scritto appositamente. Una volta trovato un file il programma lo converte, sempre in maniera automatica, in un file in formato PDF che scrive sul mio disco. Una volta collezionati tutti i file (ci vogliono pochi secondi) li copio sul mio Dropbox.

Da lì li apro sul mio iPad usando un’app come Neu.Annotate che permette di scrivere a mano sul file. Così posso annotare il file con evidenziatori e commenti scritti a penna. Una volta fatta questo operazione rimetto il file al suo posto su Dropbox. Alla fine della correzione copio tutti i file annotati sul sito web del corso per renderli disponibili a tutti gli studenti. Un esempio di file annotato lo si può vedere qui: lcgo01-calc.c

Una volta che la correzione è pronta avviso gli studenti con un post su twitter (con l’hashtag #labcalc) e su Google+: non mi devo neanche preoccupare di tenere delle liste di indirizzi e-mail.

In questo modo la gestione di tutto il processo di correzione e commento dei lavori degli studenti è semplice e immediato. Tutto si fa con il minimo sforzo e con la massima naturalezza: con l’iPad si scrive sul file come con una penna su un foglio di carta. Le operazioni di upload e download sono completamente automatizzate e la distribuzione del materiale agli studenti è priva di ogni appesantimento (ogni studenti guarda il suo compito e, se vuole, quelli degli altri).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...